Realtà virtuale per vincere la malattia: nasce eMotion Project

L’umorismo è un antidoto per tutte le malattie.
– Patch Adams

Un bambino ricoverato in ospedale ha il diritto di vivere appieno la sua infanzia, esattamente come qualsiasi altro coetaneo in salute.
Affrontare un ricovero, una permanenza in un luogo notoriamente “triste” come un ospedale e un lungo e travagliato percorso verso la guarigione spesso è snervante per i più piccoli, che di contro vorrebbero soltanto uscire da quel letto e potersi nuovamente divertire come è nella loro natura.

Samsung Italia e l’agenzia pubblicitaria Leo Burnett hanno concepito eMotion Project proprio pensando al benessere dei piccoli pazienti ricoverati nei nostri ospedali, con l’intento di restituire loro la spensieratezza che appartiene all’infanzia.

Ricerche condotte a livello internazionale hanno infatti comprovato che le terapie basate sul mantenimento del buonumore hanno un impatto altamente positivo sul percorso di guarigione dei pazienti più giovani.

Come funziona?

Samsung gear VReMotion Project si avvale del Samsung Gear VR, un visore di realtà virtuale, per simulare esperienze all’aperto che possano allietare i piccoli senza che questi debbano uscire dall’ospedale.
Il Gear VR non è solo un prodotto tecnologicamente rivoluzionario, ma anche un ausilio dall’enorme valore emozionale, in grado di immergere l’utilizzatore in un’esperienza in prima persona unica nel suo genere.
Nel corso del progetto, le sue potenzialità sono state messe a disposizione del reparto pediatrico dell’ospedale Santa Maria Goretti di Latina.

Da Latina a Movieland

Combinando la tecnologia della realtà virtuale con le riprese effettuate da un team specializzato provvisto di telecamere a 360°, è stato possibile offrire ai piccoli pazienti un’indimenticabile visita al parco divertimenti Movieland, sul lago di Garda – mentre i bambini si trovavano fisicamente in ospedale.

gear vr emotion projectL’esperienza ha confermato il suo valore di vero e proprio supporto emotivo, rivoluzionando non solo lo stato d’animo dei piccoli pazienti ma anche il modo in cui questi affrontano la degenza in ospedale.

Il lancio di eMotion Project è stato documentato da un video, che ha immortalato le reazioni stupite e divertite di pazienti e genitori: un primo passo verso una terapia che non si prenda cura soltanto del corpo del paziente pediatrico, ma valorizzi anche la sua felicità.

Blogger, web designer, a volte scrittrice analogica. Nerd repressa causa incompatibilità con la matematica. Mens sana in corpore pigro. Sogno di scrivere un e-book al giorno e di smetterla con le frasi brevi nelle biografie.

Lasciaci un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PEZZIDIRICAMBIO24.it