Essena O’Neill: “I social media non sono la vita reale”

Essena O’Neill: “I social media non sono la vita reale”

Essena O’Neill, diciottenne modella dei social network dell’Australia, pensava di avere tutto quello che voleva, ma ad un certo punto non ce l’ha fatta più e ha fatto una dichiarazione sul lato oscuro dei social media.

Con più di 500.000 followers, ha lasciato Instagram cancellando tutto il contenuto del suo profilo.
La giovane australiana era una delle persone più seguite del pianeta, ma ha voluto voltare pagina per spiegare alle teenager la vacuità dei selfie.

A pochi giorni dal suo diciannovesimo compleanno, infatti, la modella ha deciso di smettere di farsi promotrice di un’ideale di bellezza “artificiale e disonesto”.

“È un sistema basato sull’approvazione sociale, sui likes, sulle views, sui follower.
È un metro di giudizio perfettamente orchestrato. E io sono stata consumata da esso”.

Photo credit: http://images.glamour.it/
Photo credit: http://images.glamour.it/

Oltre a cancellare la maggior parte delle foto che l’avevano resa popolare, circa 2.000 scatti e ad aver rinominato il suo account Social Media Is Not Real Life, la 18enne ha cambiato le didascalie di alcuni scatti con l’hashtag #celebrityconstruct, nei quali ha spiegato cosa si nasconde dietro ogni immagine: quanto è stata pagata per indossare un determinato abito, quanti tentativi falliti prima di ottenere una foto degna di essere pubblicata.

Questo per evitare che le coetanee possano cadere nella stessa trappola:

“Se vi trovate a guardare delle “Ragazze Instagram” desiderando che la vostra vita sia come la loro sappiate che vedete solo ciò che vogliono”.

Vicino ad un altra si legge invece:

“Ricordo che avevo calcolato ossessivamente quando postarla.
Ne avevo cinque simili.
Ero così impaziente di ottenere consensi sui social”.

Photo credit: http://images.glamour.it/
Photo credit: http://images.glamour.it/

Essena O’Neill ha inoltre confessato che molti post erano stati commissionati, e che quindi era stata pagata per pubblicarli.

Ora Essena si sta dedicando a un nuovo progetto, ha creato un sito web dal nome Let’s be Game Changers per la lotta contro ciò che ha descritto come il culto dei social media e ha pubblicato due video di se stessa senza trucco.
Il suo obiettivo è quello di dar via a un movimento in cui ogni individuo non venga definito in base alle sue caratteristiche fisiche.

I seguaci di O’NEILL su Instagram in gran parte hanno reagito con elogi per la sua posizione contro i social media, mentre altri si chiedono se questo è solo un altro trovata pubblicitaria.

“La tua onestà e la vulnerabilità sono così potenti.
Sono molto orgogliosa della direzione che stai prendendo”,

ha commentato Gina Hart, un utente da Melbourne.

Una testimonianza che cade a pennello in un periodo in cui tutti rincorrono, a tutti i costi e con tutti i mezzi, il successo.
Peccato che quello che si vede sui social non è sempre la realtà e pertanto si arriva a correre dietro ad un’ideale di vita non vera, foto delle cosiddette “social influencer” perfette ma che in realtà   nascondono molti artifici: ore di trucco e parrucco, centinaia di scatti di prova, pose strategiche per far apparire al meglio il proprio corpo.

“I social media possono influenzare in modo molto negativo la nostra vita, ma ormai ne siamo talmente assuefatti che non ce ne accorgiamo”

ha spiegato Essena.

Non riesco a parlare di me facilmente, non so mai cosa dire perché sono più che convinta che non bastano due parole per raccontare una persona. Potrei fare “una lista della spesa “ per scrivere tutte le cose che adoro e che odio, ma mi dilungherei troppo quindi semplicemente dico che mi piace andare controcorrente e mi piace ascoltare le persone che hanno una storia, che hanno ancora voglia di far sentire la propria voce in un mondo fatto da stanze in cui si sente solo il rumore dei tasti sulla tastiera.

Lasciaci un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *