Alla scoperta del feng shui: come arredare la camera da letto

Alla scoperta del feng shui: come arredare la camera da letto

Non riesco a dormire bene, non mi sento mai realmente riposato/a, ho un sonno agitato e frammentato, spesso faccio incubi.

Se vi siete riconosciuti in almeno una di queste affermazioni, è molto probabile che voi e la vostra stanza abbiate bisogno di una buona terapia di feng shui – anche se per quanto vi riguarda potrebbe essere il nome di una zuppa thailandese.

Il bisogno di equilibrio psicofisico è sempre più frequente negli “umani 2.0” che hanno fatto del mutitasking e degli orari impossibili la loro filosofia di vita. Continuiamo imperterriti a portarci al limite, per poi cercare conforto in integratori alimentari, sonniferi e app che controllano il sonno, sperando di recuperare almeno la metà delle energie consumate e non svegliarci al mattino più stanchi di prima.
Oltre ai pensieri che non vanno mai in sciopero, spesso e volentieri è anche il luogo in cui viviamo ad alimentare e peggiorare la nostra condizione di stress.

Il feng shui (dal cinese antico “vento e acqua”) si occupa proprio di questo: riequilibrare l’energia dell’ambiente domestico per migliorare la qualità della nostra vita.
E in una casa non esiste stanza più importante della camera da letto, dove attraverso il riposo ristabiliamo le forze perse durante le ore diurne e ci ricarichiamo per affrontare al meglio un nuovo giorno.
O almeno dovremmo.

Cos’è il feng shui

ragazza sedutaNon serve essere esperti di feng shui per applicare alcuni dei suoi principi base, e basta davvero poco per migliorare l’atmosfera del nostro giaciglio.
Il feng shui basa i suoi dettami sull’energia Chi, un flusso continuo ed invisibile che scorre attraverso tutto ciò che è vivo nel mondo (la natura, gli animali, gli esseri umani ma anche i luoghi).

Affinché un’abitazione sia confortevole e riposante, l’energia Chi deve poter scorrere liberamente e senza intoppi, rispettando l’equilibrio degli elementi.

Il feng shui nella camera da letto è fondamentale per assicurarci che l’ambiente circostante concili il nostro riposo anziché ostacolarlo.

Come applicare il feng shui alla camera da letto

La posizione del letto rispetto alla porta

La posizione del letto è senza dubbio l’aspetto più importante per il feng shui.
Erroneamente si pensa che il punto cardinale verso cui è rivolta la testa del letto rivesta il ruolo principale nel definire la qualità del riposo (per inciso: l’est è meglio dell’ovest, il nord meglio del sud), ma il ruolo da protagonista vero e proprio lo gioca in realtà la porta della stanza. Dovrete infatti valutare l’orientamento del letto relativamente alla sua posizione rispetto alla porta.

  • Più lontano è, meglio è: se la porta si trova sulla sinistra, la posizione migliore per il letto è l’angolo in alto a destra, e viceversa. Se la porta si trova al centro della stanza, uno qualsiasi dei due angoli andrà bene. Più lontano è il letto dalla porta, meno energia verrà dispersa e più ci si sentirà al sicuro.
  • Non dev’essere visibile dalla porta: per lo stesso motivo citato sopra, se la porta è allineata al letto (e quindi questo è visibile dall’esterno della stanza quando la porta è aperta) la configurazione è sfavorevole per il riposo. La porta nelle immediate vicinanze del giaciglio porta a una sensazione di pericolo e disagio costante.
  • La regola dei tre angoli: idealmente, entrando in casa dalla porta di ingresso principale, si dovrebbero compiere tre angoli retti prima di trovarsi di fronte al letto. Questo garantisce che la sua posizione sia adeguatamente protetta e non venga investita da cariche di energia provenienti dall’esterno.

Oggetti da evitare

La tv e gli specchi sono assolutamente da evitare accanto al letto: non devono guardarlo direttamente, o rifletterebbero l’energia negativa che scarichiamo durante la notte rinviandola al mittente e ricaricandoci quindi di energie nefaste. Se avete uno specchio o uno schermo in camera da letto, assicuratevi che non siano rivolti verso il letto quando dormite.

camera da letto

Finestre e testate

Evitate di posizionare il letto con la testata sotto ad una finestra: quando dormiamo vicino ad essa, la nostra energia tende ad indebolirsi in quanto non disponiamo di un’adeguata protezione per la nostra testa.
Per la stessa ragione, ogni letto dovrebbe avere una testata (preferibilmente in legno) anziché essere direttamente appoggiato alla parete.

I comodini

Se avete un letto matrimoniale che condividete con il partner, idealmente dovrebbero esserci due comodini, uno per lato, per una questione di equilibrio, simmetria ed uguaglianza: con un comodino da una sola parte del letto si rischiano squilibri e prevaricamenti all’interno della coppia.

Acqua o piante

Evitate di posizionare acquari o quadri raffiguranti acqua nella camera da letto: l’elemento acqua non si concilia con il riposo e delle fonti di acqua nella stanza da letto potrebbero portare a perdite finanziarie o rapine.

Allo stesso modo, evitate le piante: emettono un’energia troppo yang, che interferisce con lo yin necessario per il riposo e lo ostacola.

Elementi d’arredo utili

I quadri (purché non raffiguranti acqua) e in generale gli elementi artistici come sculture e poster sono sempre ben accetti, purché raffiguranti scene calmanti o fonti d’ispirazione (le citazioni sono ottime). Fate in modo di piazzarli di fianco al letto, di modo che siano la prima cosa che vedete quando vi svegliate.

Qualsiasi elemento d’arredo tondeggiante o sferico (come delle lampade da comodino) è da preferire rispetto a quelli spigolosi, in quanto non ostacola il flusso energetico.

Fate sempre in modo che la luce sia soffusa e non troppo forte, perciò non scegliete lampade intense ed evitate i neon sopra il letto, molto stancanti per la testa.

Quando scegliete le tende, preferite quelle semi trasparenti ai drappi: lasciano filtrare la luce naturale e quindi l’energia esterna.

I colori

Generalmente i colori tenui (soprattutto alle pareti) favoriscono maggiormente il relax rispetto a tinte forti, ma la vera sfida è scegliere quello giusto.

Nella camera da letto è meglio prediligere colori caldi che richiamino il fuoco e portino così un’energia positiva soprattutto nella carriera e nel successo personale. Aiuteranno anche la passione e il romanticismo tra le coppie. Sceglieteli per copriletti, lenzuola e tende.
I colori più indicati sono rosso, arancione, viola, rosa e giallo ocra nelle loro tinte più calde e meno elettriche.

ragazza letto

Conclusioni

Pensate alla vostra stanza come a un’oasi in cui riposarvi e staccare la spina, e non come a un ufficio in cui portare lavoro, ansie e preoccupazioni.

Liberatela dal disordine, dalle distrazioni e da tutti gli elementi di troppo. Fate in modo di sentirvi davvero protetti e in armonia con ciò che vi circonda.

Non serve padroneggiare il feng shui per capire cos’è di troppo in un luogo deputato al riposo, basta un po’ di buon senso. Quando la vostra stanza sarà ottimizzata per il riposo, il sonno non tarderà a farvi visita.

Blogger, web designer, a volte scrittrice analogica. Nerd repressa causa incompatibilità con la matematica. Mens sana in corpore pigro. Sogno di scrivere un e-book al giorno e di smetterla con le frasi brevi nelle biografie.

Lasciaci un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *