FINALMENTE L’AUTORE – OUAT 4×16

FINALMENTE L’AUTORE – OUAT 4×16

Salto tutti i convenevoli ed inizio con una sola parola: BOOM! Episodio col botto! Forse uno dei più belli che la geniale mente Kitsis&Horowitz abbia mai concepito. Voto: 10+.

Iniziamo con la grande rivelazione: cosa hanno fatto Biancaneve e Azzurro al figlio/figlia di Malefica. I due tontoloni, che credono sempre di agire per il bene di qualcuno, si fanno abbindolare da (in ordine di apparizione): un unicorno, un passante, un uomo barbuto che, sebbene dica di essere l’Apprendista, per me è lo Stregone. Quindi cosa fanno? Si recano nella caverna dove Malefica aveva deposto un uovo, cosa che gli viene rivelata da un passante random. Ancora non hanno imparato che anche gli uccellini nella Foresta Incantata parlano per una ragione? Bene. Rubano l’uovo perché l’Apprendista gli ha detto che il potenziale di Darkness (mi piace più la parola in inglese) che si trovava dentro la nascitura poteva essere trasferito in un’altra creatura. La coppia reale pensa bene, al dunque, di rapire l’uovo di Malefica aspettandosi che dentro ci fosse qualche lucertola gigante. E invece, ops, c’era un bambino. Allora il Principe Azzurro, da bravissimo Heroe, si fa prendere dai rimorsi e vuole salvarlo proprio nel momento in cui sta per cadere in uno di quei portali che portano nell’unico posto dove non esistono Happy Endings: il mondo reale. Con l’uovo cadono Ursula e Cruella, ecco perché a Storybrooke non le avevamo mai viste. Quelle volpi di Kitsis&Horowitz pensano a tutto, non lasciano mai nulla al caso. Li amo. Partendo da questa semplice prima parte di episodio vorrei fare delle considerazioni. In primo luogo, Malefica. La Malefica che vediamo nel flashback è una mamma. Mi ha fatto una tenerezza tale che mi sono quasi messa a piangere. Praticamente implora Biancaneve di ridarle l’uovo e nonostante la principessina idiota abbia dato del mostro sia a lei che a suo figlio/a, la “strega” non la attacca, ma le parla da madre a madre con le lacrime agli occhi. In secondo luogo, Biancaneve e Principe Azzurro. Ancora una volta convinti di agire per il bene comune commettono un errore grande quanto una casa. Dai loro comportamenti a me è parsa una cosa: ma siamo sicuri che li stiamo guardando con gli occhi giusti? Voglio dire, siamo talmente attaccati al fatto che Malefica sia cattiva e che Biancaneve e il Principe siano buoni da non riuscire a capire quanto, in realtà, in questo episodio sia stato l’inverso. È solo che siamo portati a credere che loro debbano sempre fare la cosa giusta solo perché qualcuno li ha etichettati Heroes. Per me Malefica merita il suo Happy Ending, lo ha dimostrato più volte. Non è una semplice Villain, come può esserlo la mia adorata Cruella. Malefica è un personaggio complesso, come Regina e Rumpel, è un personaggio vero.

A Storybrooke, nel frattempo, mentre tutti sono sotto la Sleeping Course, Henry (che non le era soggetto perché…?) trova la chiave per liberare l’Autore. Al che i due geni dei nonni, ritenendo ancora una volta di fare la cosa giusta, decidono di prendere la pagina con la porta e bruciarla. Come se questo bastasse per cancellare ciò che hanno fatto. Al momento di gettare la pagina nel camino, Biancaneve ha un attimo di lucidità.

Heroes do what’s right, not what’s easy

Qui le considerazioni da fare sono molteplici: secondo me Biancaneve vuole essere un Heroe e di conseguenza si autoimpone di fare la cosa giusta. Ad Azzurro invece non interessa così palesemente di essere catalogato come Heroe e fa di testa sua. Diciamo che lo apprezzo poco poco di più. E poi, la cosa giusta? Adesso? Non potevano farla trent’anni prima? Perché tanto, da quanto si è capito, quello che hanno fatto all’uovo di Malefica non è servito a nulla: Emma, scoprendo la verità, dice a sua madre la frase che lei non avrebbe voluto sentire quando le ricorda di essere sua madre

I don’t care

Ed è come se metaforicamente le sbriciolasse davvero il cuore. La figlia di Malefica, che scopriamo grazie a Gold, essere veramente Lily (scontato o geniale? Devo ancora prendere posizione a riguardo) non è così cattiva. Ricordiamo che noi l’abbiamo vista da adolescente, non sappiamo com’è ora. Anche Emma, la Salvatrice, è stata in carcere e ha avuto un figlio col primo scassinatore di automobili gialle che ha incontrato con il figlio del Dark One. Il tutto ci riporta dunque alla scoperta dell’Autore che non era altri che il passante random che aveva indirizzato Biancaneve e Tontolone verso l’Apprendista, manovrando tutto per i propri comodi. Praticamente l’unico intento era quello di mandare nel mondo reale quel povero uovo per rendere la storia più interessante. Chapeau.

Alla fine dei giochi, dopo il mio sussulto da “oddio non me lo aspettavo” misto a “beh era ovvio” alla scoperta del destino della figlia di Malefica, August, che era svenuto (?) si risveglia ed Emma gli porta la pagina del libro con la chiave trovata da Henry. Tutta contenta, Emma gli dice di sbrigarsi perché vuole guardare in faccia questo Autore, e August la avverte che l’Autore è più un mestiere che una persona: ce ne sono stati tanti che hanno raccolto tante storie per raccontarle ai posteri, fino ad un uomo di nome Walt (e quando lo ha detto io ho pensato a Walt Disney e mi sono messa a piangere come una bambina) e che non era sicuro che fosse stato proprio quello rinchiuso nella porta/pagina a scrivere la sua storia. Vediamo in quel momento un flashback in cui l’Apprendista rimprovera l’Autore, che vediamo seduto di spalle, di star manipolando i racconti (appunto, abbindolando Biancaneve e Azzurro e cose del genere), e lo intrappola nel libro. Emma, nel presente, decide di aprire la porticina e ne esce il passante che a inizio episodio aveva dato indicazioni “sbagliate” a Biancaneve e Azzurro. Ringrazio i produttori per non aver portato alle lunghe la ricerca di questo Autore perché non mi sento emotivamente pronta per cercare un altro –A, specie dopo il finale di Pretty Little Liars. L’episodio termina con l’Autore che fugge.

Tutto bellissimo, tutto molto #OUAT, le #QueensofDarkness le abbiamo viste poco ma l’accento di Cruella mi rallegra sempre le giornate. Misterioso al punto giusto e gratificante dal punto di vista delle risposte che cercavamo. Ora, mi chiedo: rivedremo Lily? Ricorderà Emma? Ci sono altri Autori? Inseriranno Walt Disney? E i Fratelli Grimm? Questa stagione mi sta piacendo tantissimo. Sicuramente, abbiamo capito che non è vero che quell’incantesimo abbia separato Emma dal suo potenziale di Darkness, quindi sono quasi totalmente convinta che la vedremo in veste di Villain tra qualche episodio, ma non grazie a qualche maledizione: basterà semplicemente che apra gli occhi sulla realtà e capisca che è in gran parte circondata da idioti (i genitori).

Un’osservazione che non sono riuscita ad inserire nel resto del testo ma che volevo fare riguarda Hook: Hook geloso non lo avevamo mai visto e devo dire che ha il suo perché.

Purtroppo #OUAT tornerà tra due settimane (Kitsis&Horowitz, perché????) e nel promo del prossimo episodio capiamo che ci sarà… ZELENA! Io adoro Rebecca Mader (non per niente è un’altra attrice riesumata dal cast di Lost, un giorno scriverò qualcosa sulla complementarità tra Lost e OUAT, ci sto lavorando). Non so in che modo la reintroduceranno, da quanto ho capito saranno solo flashback, ma meglio di niente. Quindi, nel frattempo, vi lascio con la speranza che, visto che muoiono dalla voglia di resuscitare personaggi, ci ridiano anche Graham. (Proporre l’hashtag #RIDATECEGRAHAM dite che può bastare?).

Ventotto anni, appassionata di viaggi e letteratura e con il sogno nel cassetto di diventare scrittrice. Nel frattempo scrivo racconti nell'attesa dell'ispirazione per creare qualcosa di migliore, venero i ravioli cinesi e mi drogo di serie TV.

Lasciaci un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.