Finché c’è ritorno c’è speranza – OUAT 4×14

Finché c’è ritorno c’è speranza – OUAT 4×14

 

Altri sette giorni sono passati, e i nostri amati Kitsis&Horowiz ci deliziano con un episodio che di bello, per i primi 37 minuti circa, non ha nulla. O meglio, ci sono dei particolari, ehm, particolari, ma niente di utile ai fini della suspense e della storia. Voto: 6.

La Regina “bad girl” è fantastica, è come dire: “bam, è tornata la Evil Queen”. Peccato che, almeno per quanto si è visto, non sia vero. Però vederla sbriciolare quel bicchiere è stato come rivederla sbriciolare un cuore (e indovinate al cuore di chi penso io?!), a dir poco emozionante. Dov’è finita la Regina dello scorso episodio? Quella che chiede scusa a Marco (che poi, Collodi non l’aveva chiamato Geppetto??) per aver aggredito verbalmente Pinocchio? A me piaceva. Perché sembrava aver raggiunto il perfetto equilibrio hero – villain. Una cosa fantastica è stata la scommessa tra Cruella e Malefica, che mi convince sempre più che Ursula l’abbiano messa lì solo perché “three is the magic number”.

Nel complesso non accade nulla. In uno sguardo al passato, vediamo Regina in quell’arco temporale che non sono mai riuscita ad inquadrare che oscilla tra appena conosciuta Biancaneve e prima di sposarsi. La vediamo confabulare con Rumpelstilskin, il fantastico Dark One, con quel modo di parlare che solo lui sa fare, che la manda da Malefica che ha qualche problemino con la magia. E poi vediamo Malefica che riacquista la magia e addormenta la Bella Addormentata, e il resto è storia. Nella Storybrooke attuale non accade altro. Zero. Sì, Regina rapisce Pinocchio e si aggrega (fingendo?) alle #QueensofDarkness; Belle e Will (ecco come si chiamava!!!) escono insieme; Emma non ci capisce più niente, come al solito; Biancaneve e Principe Noioso se la sentono furbi. Come se non lo sapessero che la verità salterà fuori. Sembrava un episodio messo lì a tappare i buchi, senza nemmeno mettere troppa carne al fuoco.

Per i primi 30-37 minuti.

Poi, un Hook un po’ troppo collaborativo e arguto (ammetto che non mi dispiaceva) propone di nascondere il pugnale. Un cervello ragionante avrebbe capito che c’era qualcosa che non andava, ma io ero troppo concentrata sugli occhi e sull’accento per accorgermene. Tutto ha assunto una tinta particolare, però, quando Belle decide di chiamare Rumpel con in pugnale.. E lui non arriva! Sì, decisamente c’era qualcosa di strano. Non poteva arrivare così dal nulla e rovinare tutto. Per un attimo ho pensato che arrivasse mentre Belle se ne andava e facesse fuori Hook (Kilian, perdonami). Ma poi quel sorrisetto bieco, e allora ho capito. Prima che si trasformasse (eh, che perspicace..). Rumpel è troppo furbo perché qualcuno possa farsi venire quell’idea prima di lui, e allora ho pensato “Belle, sei proprio stupida, come hai fatto a non accorgertene, era palese!”. Ma la domanda fondamentale è una: HOOK DOV’ERA? No, perché quando va da Belle a chiedere di fare il “giuramento dei pirati” è palese che non sia lui, e lì sono seria. Non è mai così strano. Mah.

I minuti passano, la fine si avvicina, e le #QueensofDarkness portano Pinocchio a casa di Gold, e nel momento in cui Regina fa 2+2 e Gold esce dalla penombra, la mia faccia era più o meno simile all’urlo di Munch. Entrata in scena di gran classe, proprio alla Mr. Gold. Fenomenale.

I minuti passano ancora, e per i suoi ultimi minuti – ma solo per quelli – l’episodio meriterebbe un 10+. Signori, è tornato August. Pinocchio è cresciuto. E’ tornato l’uomo con la barba e la giacca di pelle. Forse sa qualcosa sull’autore (storyline che mi sta intrigando sempre di più, tra l’altro se fosse vero il fatto che abbia inserito indizi nel libro sarebbe il top per quanto mi riguarda), ma comunque è tornato.

Quindi, capitemi, c’è speranza. Finché ci sono ritorni c’è speranza. Quindi qualcuno potrebbe resuscitare, vero? Stamattina quando mi sono alzata e una pagina Facebook mi ha spoilerato il ritorno di August, ho intuito che dovevo lamentarmi un po’ per l’assenza di un personaggio che effettivamente c’è stato solo per sette puntate. Poi appare sulla mia Home Page anche un altro articolo: i personaggi di #OUAT che vorremmo rivedere. E il primo della gallery era lui. E allora non ho potuto tacere: il mondo, oggi, vuole che io convinca Kitsis&Horowiz a ridarci Graham. E io lo farò. RIDATECE GRAHAM. Ridarci Graham sarebbe anche una genialata a livello di marketing, ve lo dice una laureanda in lingue (notare la non – correlazione tra le cose). Anche se forse metterebbe in discussione Hook-Emma, e lì sarebbe un po’ un guaio. Ma ridateci Graham.

Niente, quindi, al dunque, non succede niente. A parte il ritorno di August. E che ritorno! Poverino, non ricorda nulla, e lo abbiamo visto anche nel promo dell’episodio successivo, insieme ad un altro grande ritorno: Robin Hood! Staremo a vedere. Intanto le #QueensofDarkness continuano a voler distruggere l’Happy Ending degli Heroes per costruirsene uno proprio, e mi augurerei che ci riuscissero, così, giusto per vedere come sarebbe il mondo se i Villains fossero felici.

Con questo, passo e chiudo, a martedì prossimo! #staytuned

Ventotto anni, appassionata di viaggi e letteratura e con il sogno nel cassetto di diventare scrittrice. Nel frattempo scrivo racconti nell'attesa dell'ispirazione per creare qualcosa di migliore, venero i ravioli cinesi e mi drogo di serie TV.

Lasciaci un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *