L’altra faccia del tradimento

L’altra faccia del tradimento

Amare qualcuno spesso porta sofferenza, infatti molti affermano che amore e odio siano un connubio perfetto.
Ma cosa succede se la persona che amate alla follia è già occupata?

Tradimento, un gioco a due

Tradimento
Photo credits: Helen Hardman

Molte volte abbiamo additato ipotetiche “Anne Tatangelo” di turno con appellativi sulla scia del sempreverde “rovina famiglie”. Purtroppo – o per fortuna – le cose vengono sempre fatte in due, e se da una parte la donna è notoriamente quella dai facili costumi, l’uomo viene immancabilmente visto come bello e dannato, figo senza età, soprattutto se ci troviamo davanti ad attempati George Clooney di paese che seducono innocenti fanciulle per poi trattarle come povere cretine. Esperienza personale, scotto pagato sulla mia pelle.

L’uomo che due anni fa mi ha sedotta ha moglie e figli. La classica famiglia felice che tutti in paese conoscono, salutano per strada e rispettano.

L’uomo che mi ha sedotta, vent’anni più di me, un’attività stabile, un savoir-faire degno del miglior doppiogiochista, ha voluto il mio corpo ma non il mio cuore. E quando si è reso conto che ero irrimediabilmente innamorata ha pensato bene di fare dieci passi indietro.

Chiamando moglie e figli davanti a me per aumentare a dismisura il mio senso di colpa o semplicemente per far capire che è stato tutto solo un gioco. Un chiaro indice di sadismo, il godimento nel vedere la propria”preda” contorcersi nel dolore più estremo per poi darle il colpo di grazia.

Qui non stiamo parlando di 50 sfumature di grigio: il vero mister Grey nella realtà non ha né rimorsi né storie cruente alle spalle che lo hanno fatto diventare così. Questi signorotti sono persone meschine, quasi sempre con famiglia a carico, che per sport si prendono gioco dei sentimenti di giovani donne innamorate. Da parte loro è un fattore di vanto riuscire ad acciuffare così tante “compagne di giochi”, dall’altra – ovvero quella di chi ci mette i sentimenti – una sofferenza senza fine.

L’aspetto più disgustoso della questione, e la domanda che mi pongo più spesso, è come possano tornare a casa ogni sera come se nulla fosse successo, senza rimorsi e senza domandarsi cosa farebbero se le loro innocenti figlie dovessero trovare persone come i loro cari “paparini “nel loro cammino.

Sì ragazze, per la festa della donna voglio sperare che le donne che hanno accanto mariti del genere si sveglino e si rendano conto che il loro uomo non è altro che un poco di buono, mentre a voi ragazze che soffrite vorrei ricordare che la vita è piena di stronzi, quindi sorridete e non datela vinta a nessuno. Meritate molto più di essere eterne “seconde”, meritate qualcuno al vostro fianco che sappia prendersi le sue responsabilità e sappia scegliere. Chi vi giura che lascerà la propria moglie, chi sostiene di essere in crisi, chi vi seduce con una fede al dito non è un uomo d’onore, ma solo un eterno insicuro che ama barcamenarsi tra due, tre, venti storie diverse pur di non restare solo. Non accettate di essere una ruota di scorta, mai. Lasciamo la medaglia d’argento a chi non ha coraggio.

Scritto da

Francesca Lanza

25 anni, futura nutrizionista, sempre a caccia di gossip e curiosità. Amo la moda, Robbie Williams e sogno di esplorare ogni angolo del mondo.

Commenti

2 Commenti
  1. posted by
    Marta B
    Mar 3, 2015 Reply

    Sei stata molto analitica nel descrivere questa persona (o meglio non-persona)
    Soggetti senza spessore e senza morale. Bulli di paese insomma…
    Peccato tu ci sia cascata !!! (Anche se in fondo in fondo una vocina te lo diceva forse

  2. posted by
    Despair_2 | Homeware
    Feb 17, 2016 Reply

    […] some blogs with my photos: 1 –2 –3 – 4 – 5 […]

Lasciaci un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PEZZIDIRICAMBIO24.it