Guida per la conversione alle serie tv

Guida per la conversione alle serie tv

Parto con la premessa che ogni cosa detta in questo articolo è detta con ironia e che non si vuole giudicare alcun tipo di atteggiamento e/o passione e/o attitudine, in modo da evitare eventuali polemiche. Enjoy!

Oggi parliamo di un dramma che, ahimé, accomuna molte persone che spesso ci circondano: la totale assenza delle serie tv dalla loro vita. Chi non ha un amico che fa la faccia schifata quando gli parliamo di serie tv? Quell’amico che quando non vogliamo uscire perché c’è un episodio importante ci prende in giro o ci dice che siamo dei pazzi, quel tipo di amico che proprio non lo capisce che gli spoiler sono una tortura e che non capisce perché le serie tv ci piacciano così tanto.

Ecco, oggi vi do qualche piccola dritta per riportare questi amici sulla retta via e per saper gestire un rapporto così strano con persone che non riescono ad appassionarsi ad una serie tv. Se invece siete proprio voi ad essere così, vi consiglio di leggere comunque in caso vogliate rimediare al vostro problema o in alternativa vi rimando a questo link per capire invece quale sia il nostro problema.

Il profilo dell’anti-telefilo

All’anti-telefilo non piacciono le serie tv e questo è assodato. Ma perché non gli piacciono? In genere esistono due macrocategorie di anti-telefili: ci sono quelli che semplicemente credono di non avere tempo e quelli che invece snobbano le serie tv perché ritenute da nerd, ed in genere lo fanno anche con fumetti, libri, anime e manga. L’anti-telefilo del secondo tipo, in genere, guarda anche programmi come Uomini e Donne, quindi il tempo per qualche sano episodio di Game of Thrones potrebbe anche averlo, ma continua a snobbarlo.

Cosa fare

La conversione dell’anti-telefilo di tipo 1 non richiede tanto impegno: basta semplicemente mettergli davanti la serie tv giusta per lui/lei. Tutti sappiamo, infatti, che dato l’enorme numero di generi televisivi esistenti, non tutte le serie tv sono adatte a tutti i tipi di spettatori. Io stessa non amo particolarmente le sitcom o le serie ambientate in ambiti legali o medici, è normale che posta davanti ad un How I met your mother non sarei così entusiasta come lo sono stata davanti a Lost. Il tutto sta nel cercare di trovare il tipo di show giusto per quel tipo di persona e lo si può fare suddividendo il vasto mondo delle serie tv in tante macrocategorie generali come, ad esempio:

  • Sitcom
  • Polizieschi
  • Thriller
  • Mistero
  • Fantasy

Insomma, definizioni da manuale di cinema di prima elementare, così, spicciole e semplici che perfino Capitan Ovvio si vergognerebbe di scriverle nero su bianco (io invece no). Una volta capito se al vostro amico piacciono o meno le serie con le risate in sottofondo (come vengono, volgarmente, chiamate le sitcom), con l’elemento paranormale, con più o meno sangue, con più o meno mistero, con più o meno ansia, saprete cosa consigliargli. Tra i vari filtri proposti si potrebbe applicare anche quello degli attori, se vi è un particolare attore che piace all’anti-telefilo da convertire, o quello della durata, in quanto molti non sopportano stagioni o episodi troppo lunghi ed in questo caso è sempre meglio iniziare con qualcosa di non troppo impegnativo dal punto di vista della durata: un sei/sette episodi andrebbe benissimo all’inizio.

La conversione dell’anti-telefilo di tipo 2 è un po’ più complicata: in genere proprio non vuole neanche provarci ad avvicinarsi alle serie tv, probabilmente per una sorta di mantenimento del suo status quo anti-nerd. In questo caso sarebbe opportuno iniziare con serie carine come qualche teen drama, tipo The O.C. o Gossip Girl, serie alle quali nessun anti-telefilo di tipo 2 potrebbe dire di no: è scientificamente provato. Allo stesso modo è quasi scientificamente provato che questo tipo di anti-telefilo non si appassionerà mai a serie tv dal genere fantasy.  Spesso, infatti, sono gli stessi che non hanno mai letto Harry Potter né visto neanche mezzo film fantasy, quindi evitate di proporgli Game of Thrones almeno finché non si sarà convertito alle serie tv, poi potreste anche provarci ma non vi assicuro alcun risultato positivo.

Qualche piccolo consiglio in più

Per concludere, qualora voleste iniziare oggi stesso il processo di conversione di qualche vostro amico o di voi stessi, posso fornire qualche piccola indicazione circa le serie tv con cui si potrebbe iniziare accompagnate da quei filtri di cui parlavo pocanzi:

serie tv leggera, poco o per niente drammatica, zero sangue, facile da seguire, ideale per un inizio: Gossip Girl, The O.C., How I Met Your Mother, The Big Bang Theory

serie tv un po’ più impegnativa, leggermente drammatica, poco sangue, abbastanza semplice da seguire: Buffy l’Ammazzavampiri, Once Upon a Time, Heroes

serie tv abbastanza impegnativa, abbastanza drammatica, livelli di sangue un po’ più alti, abbastanza semplice da seguire per via dei pochi episodi: Wayward Pines, The Fall

Non mi sono sognata di inserire serie tv tipo Lost o Game of Thrones tra i suggerimenti in quanto come inizio potrebbero non essere tra le migliori, anche se in realtà sono tra le più belle che io abbia mai visto.

Insomma, volete entrare in questo mondo fantastico o volete trascinarci qualche amico? Seguite questi pochi consigli e vedrete che riuscirete a farcela.

Un ultimo appunto va alla questione streaming che molti utilizzano come scusa per la loro totale mancanza nei confronti delle serie tv: mi rivolgo ai telefili, indirizzate i vostri amici su alcuni siti streaming, fatelo per loro, almeno le prime volte e vedrete che poi vi ringrazieranno. Convertire un amico ad una serie tv è un’esperienza molto gratificante. Per tutto il resto, una volta riusciti, potete continuare a seguirmi qui su Forelsket e sulla mia pagina Facebook!

 

Ventisette anni, interprete, traduttrice, appassionata di viaggi e letteratura e con il sogno nel cassetto di diventare scrittrice. Nel frattempo scrivo racconti nell'attesa dell'ispirazione per creare qualcosa di migliore, venero i ravioli cinesi e mi drogo di serie TV.

Lasciaci un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *