Once Upon a Time – Recensione 5×16

Once Upon a Time – Recensione 5×16

Thumbs up per questo nuovo episodio di Once e un grazie a Kitsis e Horowitz per i fantastici spunti di riflessione che mi offrono ogni lunedì.

Questo episodio è stato esaustivo, a mio avviso, anche se ha messo molta carne al fuoco. Ade non me la racconta poi così giusta, ma andiamo per ordine. È stato un episodio colmo di romanticismo un po’ alla Tim Burton, come la scena della bicicletta nel bosco pieno di foglie con quella musichetta strana. È stato un episodio intriso di romanticismo e vendetta, di odio e di passione che praticamente brucia da sola e con lei bruciano i capelli di Ade. È stato un episodio come non se ne vedevano da un po’ al centro del quale c’è stata Zelena, quella che ricordo essere – insieme a Peter Pan – la mia villain preferita (fino all’arrivo di Ade, che poi si è piazzato con loro nella top 3). Dunque, Zelena e Ade si conoscevano da prima che tutte queste cose avessero inizio. Lui stesso si era recato ad Oz per aiutarla nel compiere la sua vendetta in quel momento in cui la Wicked Witch progettava il time spell (non ricordo come l’avessero tradotto in italiano) per far sì che sua madre non l’abbandonasse. Zelena era all’apice del suo odio nei confronti di quella sorella che dalla vita aveva avuto tutto al contrario di lei, ignorando che anche a sua sorella mancasse l’amore di chi le era intorno. Zelena era perfida e nella sua perfidia si era imbattuta in Ade, altrettanto macchinoso e persuasivo, ed insieme avevano iniziato a recuperare gli ingredienti per l’incantesimo. Qualcosa  però era andato storto e Ade sembra essersi innamorato di Zelena. Ma proprio nel momento in cui tutti, tutti (TUTTI PORCA MISERIA) ci aspettavamo un bacio, la nostra bellissima Strega verde so british afferma che Ade vuole baciarla solo per poter tornare nel mondo dei vivi. Di questo si tratta? Se Ade riuscisse ad essere ricambiato per un qualche sentimento cesserebbe di essere il Dio dell’Underworld? Questa questione è parecchio interessante, non credo che Zelena lo abbia detto senza motivo. Ricordiamo che in questo episodio Ade parla di una vendetta che sta tramando nei confronti del fratello Zeus che ha stoppato il suo cuore e lo ha relegato nell’Underworld tenendo l’Olimpo tutto per sé.

Nell’Underworld, present day, Ade costringe Rumple ad aprire un portale per trascinare lì nei sotterranei la figlia di Zelena, ma non sto qui a spiegarvi come, finiscono lì Zelena, Belle e la bambina che non ha ancora un nome e a quanto pare non lo avrà per un bel po’. È stato veramente fastidioso vedere l’atteggiamento di Belle, prima, e di Robin Hood, dopo, nei confronti di Zelena che vuole solo stare vicino a sua figlia. ricordiamo che sì, è una strega pazza scocciata, ma non ha mai ferito un bambino. Sì, ok, voleva usare il piccolo Neal per il suo incantesimo nella terza stagione, ma fondamentalmente poi non gli ha fatto nulla. E poi la bambina è figlia sua, a che titolo tutta questa gente si permette di mettersi in mezzo? E il fatto che Robin ne sia il padre non migliora la situazione: vorrei ricordare che non si caga di striscio questa ragazzina da quando è nata. Zelena mi ha fatto una tenerezza assurda, un po’ come Milah qualche episodio fa: è stata privata di sua figlia, le è stata tolta contro la sua volontà. È solo a fine episodio che si rende conto che non potrà proteggerla da Ade, perché, per quanto sia a livello di poteri di gran lunga più potente di sua sorella, non ha nessuno che la supporti in questa lotta con il Dio degli Inferi che non ho compreso per quale motivo l’ha attirata lì sotto. Solo a fine episodio assistiamo a qualcosa di particolare, ovvero un incontro Ade – Zelena in cui lui, in una specie di macabra ma fichissima dichiarazione d’amore le spiega che le fattezze dell’Underworld sono simili a Storybrooke proprio perché lui voleva dare a lei qualcosa che fosse tutto suo, qualcosa che rappresentasse la rovina di ciò che aveva creato Regina, la rovina di ciò per cui la Evil Queen vivesse. Questa cosa non mi è stata molto chiara, se devo essere sincera. Secondo me c’è qualcosa di più, anche se si spiega da un lato perché Ade odiasse così tanto Cora. Ciò che non mi spiego, tuttavia, è perché avesse realmente bisogno di quella bambina (a meno che non fosse solo un modo per trascinare giù Zelena, al che mi viene da chiedermi come facesse Ade a sapere che Zelena fosse a Storybrooke in quel momento) e per quale motivo ce l’abbia con Regina (sì, ok, per Zelena, ma non può essere solo questo). Ho sperato nel bacio anche alla fine, ma non c’è stato. Regina, in tutto ciò, merita un piccolo cenno e un piccolo inchino per la maestria con la quale si è destreggiata nel gestire la situazione tra sua sorella e il suo fidanzato e la figlia dei due. Si è dimostrata essere, ancora una volta, un personaggio maturato che ha imparato dai propri errori e vuole aiutare sua sorella nonostante il male che questa le abbia inflitto, proprio perché i suoi nemici sono diventati la sua famiglia e ora crede che tutti abbiano bisogno di aiuto. Brava Regina, ci sei piaciuta tanto.

Qualche altra piccola considerazione random sull’episodio:

  • Rumple e Belle – il loro dialogo è un dialogo visto e rivisto, solo che almeno questa volta lui prende il coraggio di dirle le cose come stanno. Lui ama il pugnale tanto quanto ama lei. Se Belle volesse un uomo migliore, lui sarebbe ben felice di accontentarla in nome del suo amore. Ma se Belle volesse un uomo diverso, quell’uomo non sarebbe lui. Perché Belle non si è innamorata dell’uomo dietro la bestia, ma di un uomo che è uomo e bestia insieme, light and dark, luce e tenebra, buono e cattivo, insomma, Rumple. Dal promo del proprio episodio sicuramente andranno in crisi per ancora qualche episodio ma poi sicuramente si risolverà tutto e tanti cari saluti.
  • Emma e Hook – totali assenti nell’episodio di oggi, giusto qualche primo piano sugli occhi azzurri di Colin, ma anche questo mi basta per iniziare al meglio la settimana. Un po’ di respiro anche per questi due poverini, chissà quante cose avranno dovuto recuperare.
  • Henry – la faccenda di Henry è strana, perché continua a trovare pagine del libro senza ricordare di averle scritte. Allora o c’è qualcosa che non va in lui oppure c’è un autore nell’Underworld.
  • Charmings – CAAAAAAAARINIIIIIIIIIIII. Nell’episodio di oggi sono stati proprio carini mentre cercavano di mettersi in contatto con il piccolo Neal. Peccato che lo abbiano abbandonato e se lo siano completamente dimenticato da tipo due stagioni (visto che è nato alla fine della terza) e ‘sto bambino ancora neanche sappia dire mamma e papà quando nella vita reale dovrebbe già essere in età da scuola materna. I Charmings sanno dire tante belle parole e hanno delle faccette tenere, ma non sono in grado di fare i genitori. Quantomeno non con i bambini piccoli.
  • Robin Hood – tecnicamente ha anche un figlio da qualche parte, ma chi se ne frega, è inutile ai fini della trama tanto quanto il padre.

Spero e confido nel fatto che vedremo Zeus in qualche episodio e che ne avremo uno interamente dedicato ad Ade al 100%. Sto aspettando solo quello mentre già mi annoio nell’attesa delle prossime due settimane visto che nella 5×17 ci sarà Gaston e si preannuncia una rottura di balls.

Ventisette anni, interprete, traduttrice, appassionata di viaggi e letteratura e con il sogno nel cassetto di diventare scrittrice. Nel frattempo scrivo racconti nell'attesa dell'ispirazione per creare qualcosa di migliore, venero i ravioli cinesi e mi drogo di serie TV.

Lasciaci un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PEZZIDIRICAMBIO24.it