Once Upon a Time – recensione episodio 6×05

Once Upon a Time – recensione episodio 6×05

Buon inizio settimana con un altro fantastico episodio di Once Upon a Time!

Anche questa settimana sono rimasta pienamente soddisfatta dall’episodio. Si vede proprio che si stanno riprendendo rispetto alla scorsa stagione e questa sesta stagione sta facendo continui richiami alla prima, cosa che adoro.

A partire dall’ambientazione, più fiabesca rispetto alle precedenti, per giungere fino a quella coralità che dalla terza stagione ci eravamo dimenticati. Torniamo a visitare una storia diversa in ogni episodio, con tanti personaggi che conosciamo (o che crediamo di conoscere cit.) che si muovono fluidamente in una trama, fin ora, ben costruita.

Henry che si incolpa per aver portato Emma a Storybrooke (ed averle dunque fatto incontrare  il suo, ad oggi, inevitabile destino da Salvatrice) e ricorda in maniera precisa il momento in cui lui, almeno venti centimetri più basso, bussa alla porta di casa di questa madre biologica mai conosciuta prima. Emma che durante lo pseudo interrogatorio con Jasmin ricorda di avere un superpotere, quello di capire se la gente stia mentendo. Archie, che è di nuovo la coscienza del gruppo e questo suo essere buono e puro lo porta verso i guai.

Sono tutti palesi richiami alla prima stagione, qualcosa che proprio mi fa rivivere le sensazioni che avevo guardando i primi episodi.

Il mondo di Once è un mondo così versatile che è facile aggiungervi personaggi ad ogni episodio, anche se si tratta di dire che questi siano lì praticamente da sempre, come nel caso di Aladdin che abbiamo visto in questa 6×05.

L’episodio è incentrato sulla figura del Salvatore e mi ha ricordato un po’ anche Buffy l’Ammazzavampiri, quando la stessa Cacciatrice cerca informazioni sulle altre Cacciatrici.

Ecco, scopriamo che Aladdin era diventato Salvatore e aveva pian piano accettato i suoi poteri, pur sapendo che non sarebbe finita bene. Questo fa di lui, almeno in principio, un vero eroe, che mette il dovere prima dell’amore che prova per Jasmin. Dopo di che, però, decide di rinunciare ai suoi poteri per non andare incontro ad un destino orribile, e Agrabah va in rovina.

Emma non deve e non vuole commettere lo stesso errore. Nonostante sia stata costretta a rivelare alla sua famiglia le proprie visioni e nonostante abbia paura di ciò che verrà, Emma mette l’amore per la propria famiglia davanti a se stessa, cosa che Aladdin non era riuscito a fare non avendo nessuno, se non Jasmin, che credesse in lui.

Emma decide di continuare a combattere, di non disfarsi dei suoi poteri e del suo destino per mezzo di quelle forbici che Jafar aveva donato ad Aladdin. Forse questo, a parer mio, la salverà. Emma accetta il proprio destino, forse anche intimorita dal fatto che se dovesse rinunciarvi, qualcosa accadrebbe alla sua famiglia e conoscendola non se lo perdonerebbe mai.

Una cosa che avrebbe dovuto lasciarmi perplessa ma in realtà non lo ha fatto è stato il gesto finale di Kilian. Non getta le forbici nel mare ma anzi le tiene, nascondendole. Sicuramente le userà più in là. Ora, io non credo che lo faccia con cattiveria, probabilmente ha solo paura di perdere Emma ma non vorrei che questo portasse ad una rottura: io aspetto ancora il matrimonio!

Piccola parentesi sulle due sorelle più cattive della città. Tralasciando il fatto che Zelena è fenomenale, la Evil Queen e la Wicked Witch insieme sono qualcosa di unico. Cattiveria pura in pieno stile Once, piene di gran classe e soprattutto per niente noiose. Spero che diano loro più spazio nei prossimi episodi, perché se lo meritano tantissimo, specialmente Zelena.

Grande assente dell’episodio, comunque, mr Gold che per me è un po’ tipo il pane quotidiano per Once, nonostante stia diventando un po’ monotono. Ma io adoro Robert Carlyle quindi non potrò mai rinunciare al suo personaggio.

Il prossimo episodio sarà incentrato, a quanto pare di capire, su Hook e su Ventimila Leghe sotto il mare, cosa dovremmo aspettarci secondo voi? Si tratterà di flashback o succederà qualcosa al nostro Hook del presente?

Vi lascio con questa domanda e intanto vi invito a visitare, per restare sempre aggiornati, la pagina di Once Upon a Time su SubFactory, la mia pagina Facebook Telefilia e il mio profilo Twitter @FB_Telefilia!

P.S. I flashback riguardanti Aladdin mi sono piaciuti molto, gli attori, a mio parere, erano perfetti per le loro parti e mi sono piaciuti i riferimenti al film della Disney sia nei flashback sia da parte di Emma. Molti, infine, hanno notato che l’attore che interpreta Jafar non è più Naveen Andrews, che lo aveva interpretato in Once Upon a Time in Wonderland, ma Oded Fehr. Naveen Andrews è infatti estremamente impegnato con le riprese di Sense8, stando alle dichiarazioni dei produttori, e dunque hanno preferito affidare la parte ad un altro bravissimo attore, sicuramente per dare al personaggio più rilievo di quanto avrebbero potuto fare se Naveen non vi si fosse dedicato a pieno.

Ventisette anni, interprete, traduttrice, appassionata di viaggi e letteratura e con il sogno nel cassetto di diventare scrittrice. Nel frattempo scrivo racconti nell'attesa dell'ispirazione per creare qualcosa di migliore, venero i ravioli cinesi e mi drogo di serie TV.

Lasciaci un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *