Spaghetti con pesto di finocchio e mandorle

Oggi voglio proporvi degli spaghetti particolari, gli spaghetti con pesto di finocchio e mandorle, un primo piuttosto leggero e sicuramente completo.

Gli spaghetti con pesto di finocchio e mandorle sono l’ideale quando avete una voglia irrefrenabile di carboidrati ma non un occhio alle calorie.

A volte mi fisso con degli ingredienti, questa è la volta del finocchio, che è tanto light e salutare, quindi ho voluto provarlo così.

Vi basteranno davvero 15 minuti, giusto il tempo di cuocere gli spaghetti ed il nostro pesto di finocchio sarà pronto.

Spaghetti con pesto di finocchio e mandorle

Ingredienti per 2 persone:

  • 200 gr di spaghetti
  • 1 finocchio
  • 5 cucchiai di olio Evo
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • 1 manciata di mandorle

Procedimento:

Iniziamo a mettere una pentola capiente sul fuoco, con l’acqua salata, in cui cuoceremo la pasta.

Mentre l’acqua raggiunge i 100°, puliamo un finocchio e tagliamolo sottile.
In una padella antiaderente mettiamo un cucchiaio d’olio e facciamo scaldare, poi aggiungiamo il finocchio.
Facciamo appassire per 5 minuti a fiamma vivace, poi saliamo.

Lasciamo cuocere altri 5 minuti a fiamma bassa il nostro finocchio, coprendo con un coperchio.
E’ il momento di continuare la preparazione dei nostri Spaghetti con pesto di finocchio e mandorle lessando la pasta nell’acqua oramai a bollore.

In una padella antiaderente tostiamo 2 minuti per lato le mandorle, facciamole raffreddare e poi tritiamo grossolanamente.
Prendiamo i nostri finocchi cotti e mettiamoli in un contenitore stretto ed alto.
Aggiungiamo 4 cucchiai d’olio EVO e con un minipimer frulliamo, aggiungiamo anche un mestolo d’acqua di cottura per rendere più cremoso il pesto di finocchio.

I nostri spaghetti con pesto di finocchio e mandorle sono quasi pronti.

Rimettiamo il pesto di finocchio nella padella nella quale lo abbiamo cotto, e aggiungiamo gli spaghetti.
Saltiamo la pasta in modo che si amalgami bene con il pesto, se necessario possiamo aggiungere ancora un mestolo d’acqua.

Impiattiamo gli spaghetti e terminiamo con una macinata di pepe, un po’ del trito di mandorle ed un giro di olio EVO.

Buona cena.

Alla prossima ricetta, Aurora.

e ricordate di utilizzare l’hashtag #lericettediAurora per le vostre creazioni.

 

#Curiosità: La mitologia greca narra di una principessa della Tracia, di nome Fillide, che incontrò Demofonte, durante la navigazione verso Troia.
I due si innamorarono perdutamente, ma Demofonte fu costretto a proseguire il suo viaggio, per combattere nella guerra di Troia.

La giovane principessa, non vedendolo tornare con le navi vittoriose, si lasciò morire per la disperazione.
La dea Atena, commossa da questa struggente storia d’amore, trasformo la ragazza in un mandorlo.

Demofonte in realtà non era morto.

Quando seppe che la ragazza era stata trasformata in un albero, abbracciò la piante, che, per ringraziare delle carezze, fece prorompere dai suoi nudi rami candidi fiori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *