Sulle tracce dell’Autore – OUAT 4×15

Sulle tracce dell’Autore – OUAT 4×15

Buon pomeriggio OUATiani, e perdonatemi il ritardo ma ieri una laurea (la mia) mi ha tenuta impegnata e ho dovuto guardare l’episodio stanotte. Non saprei cosa commentare a primo impatto, come lo scorso episodio anche questo è stato un po’ noioso ma si è ripreso verso la fine. Andiamo per ordine.

Innanzitutto Regina – Fumo Nero è Lost. Io non so questi due uomini a che gioco stiano giocando: Lost è finito cinque anni fa, basta. Era la mia serie preferita, d’accordo, ma per la miseria, ogni due per tre arriva un riferimento (Kitsis&Horowiz, ve lo ripeto, anziché focalizzarvi sui riferimenti a Lost – cosa di cui vi sarò riconoscente a vita, come credo faranno gran parte degli tv series addicted – pensate a cose più serie, n.d.r.).

Al dunque.. Mi state dicendo (in realtà ce lo dice Ariel che rispunta fuori dopo non so quanto tempo e non ho capito perché) che le #QueensOfDarkness vogliono trovare il proprio Happy Ending a modo loro? Ma dai? Chi ci avrebbe mai pensato? Io pensavo, che ne so, che si sarebbero convertite diventando Heroes. E mi confermate anche che Rumpel è tornato in città? Ma dai? Ma Regina doveva specificarlo, e ha fatto bene, visto che quando si parla con Biancaneve e Azzurro non si sa mai. E poi, diciamocelo, l’avete vista anche voi la scintilla negli occhi di Emma quando è stato nominato August? Che sia il momento di qualche gelosia da parte del pirata più amato delle serie tv? Vedremo.

Da questo episodio, tuttavia, ho tratto una conclusione: Emma è stupida. Ma sul serio, non per finta. Mi spiego meglio: quando Emma torna da Belle con Hook e le chiede dove sia il pugnale e Belle dice di averlo dato ad Hook, era palese che non fosse stato il vero Hook a prendere il suddetto pugnale. Belle non ci arriva e Emma, che nel frattempo ha saputo da Regina – Fumo Nero che Rumpel è tornato, le spiega come sono andate le cose. In quel momento ho pensato: “O è Belle che è stupida o è Emma che è troppo perspicace”, e a dirla tutta la seconda ipotesi mi sembrava molto plausibile. Alla fine dei giochi, tuttavia, Hook fa ad Emma una delle più belle dichiarazioni d’amore dell’universo (per la serie, senza usare parole melense le dice che lei è il suo Happy Ending e che ha paura che gli possa essere portato via) e lei non lo capisce e lo guarda con lo sguardo da pesce lesso. In quel momento ho capito che non era Belle ad essere stupida, ma probabilmente si sono rincitrulliti un po’ tutti gli Heroes dentro Storybrooke, sennò non si spiega.

Nel frattempo Hook confabula con Ursula e scopriamo il perché del loro attrito. Storia partita bene, non c’è che dire, in pieno stile OUAT. Ma qualcosa, secondo me, è stato fatto male. Forse il fatto di risolvere la questione in modo così easy in un solo episodio ha qualcosa che non quadra. Dalla Jolly Roger imbottigliata, alla conchiglia, alla musichetta della Sirenetta della Disney, al Re Tritone (o Poseidone? Vabbé, un Re degli oceani, abissi, mari) che torna e in un secondo riabbraccia la figlia la quale perdona subito Hook e gli rivela gli intenti di Rumpel. Accade tutto troppo velocemente, e poi Ursula se ne va. Ma le #QueensOfDarkness resteranno in due? Non si parlerà più di Ursula? E qual era la sua utilità, dirci solamente che Rumpel aveva intenzione di tirar fuori il potenziale cattivo di Emma per creare – non si sa come dove perché quando – l’Happy Ending dei suoi amichetti Villains? C’è qualquadra che non cosa. Come c’era anche in quello che avevo sperato fosse il ritorno di Robin e invece era solamente un sogno di Regina che poi cerca di farsi psicanalizzare da… EMMA! A tratti faccio fatica a capirla, questa serie. A conti fatti, le cose che non mi convincono completamente sono due:

  1. Regina: la cattiva per eccellenza, la strega di Biancaneve, così sfigata che gli unici tre uomini che ha avuto in vita sua (e non conto anche il Re tra questi) li ha persi per colpa della figliastra e della figlia della figliastra nonché madre biologica del bambino che lei ha adottato di Emma. Regina era cattiva, ma poi è migliorata. Ora è a tutti gli effetti un personaggio buono, non ha le capacità manipolatorie di Rumpel, ha un cuore (o se l’era tolto? Non ricordo), vuole bene ad Henry. E allora perché non dovrebbe avere il suo lieto fine? Qualcosa mi fa pensare che sia sempre colpa di Emma, che in qualche modo siano collegate tipo Harry Potter e Voldemort, “nessuno dei due può vivere se l’altro sopravvive”: “nessuna delle due può essere felice se lo è l’altra”. Perché Marion è tornata indietro nel tempo, salvata da Emma, nell’ultimo episodio della scorsa stagione, al termine del quale Emma e Hook iniziano la loro storiella. Stessa cosa, quando Emma arriva a rompere le scatole a Storybrooke quel poverino di Graham muore gratuitamente perché Regina è gelosa. Togliete Emma dall’equazione e avremmo ancora uno sceriffo strafigo.
  2. Hook. Il pirata più chiacchierato dei sette mari, che quasi quasi sembra più figo di Jack Sparrow, con quello sguardo da bravo ragazzo, mette la testa a posto. E ci riesce. Anche dopo aver rubato il lieto fine di Rumpel rubandogli la moglie (che poi, porca miseria, quanti anni hanno?????) ritrova l’amore in una che non lo capisce nemmeno con i disegnini e le illustrazioni. Ora, se lui c’è riuscito, non è vero che tutti i Villains non possono avere un Happy Ending. Ci deve essere qualcosa in più, qualcosa che al momento mi sfugge e che sicuramente sarà collegato al libero arbitrio del famosissimo Autore.

L’Autore. Il mistero più grande che potessero inserire in questa serie, qualcosa, a parer mio, di veramente geniale. Una persona, o un personaggio, che tira i fili meglio di Rumpel. Che dire, a me queste cose fanno impazzire. E poi, scoprire che la famosa porta dietro cui si trova l’autore è proprio quella dentro il libro.. Bellissimo! August, che merita qualche piccolo complimento in questa recensione, è fantastico. Non me lo ricordavo così. E quando ha detto

This is the door, the Author is trapped inside the book

mi ha fatto pensare “vai, stavolta ci siamo, la trama si fa più interessante di prima”. E secondo me sarà di grande aiuto anche negli episodi futuri. La ricerca dell’Autore, da quanto abbiamo capito, sarà un filo conduttore essenziale per una trama che diventa sempre più avvincente. E allo stesso modo spero che vedremo Emma cercare di capire da che parte sta, perché adoro le faide interiori di quei personaggi che non sanno se sono buoni o cattivi. Voto medio dell’episodio: 7.

P.S.:Ho notato che il promo del prossimo episodio è un po’ più cupo degli altri, probabilmente scopriremo qualcosa riguardo Biancaneve e Azzurro e ciò che hanno fatto a Malefica.

Ventisette anni, interprete, traduttrice, appassionata di viaggi e letteratura e con il sogno nel cassetto di diventare scrittrice. Nel frattempo scrivo racconti nell'attesa dell'ispirazione per creare qualcosa di migliore, venero i ravioli cinesi e mi drogo di serie TV.

Lasciaci un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PEZZIDIRICAMBIO24.it