The Pilot, l’auricolare che vi permetterà di tradurre in tempo reale

The Pilot, l’auricolare che vi permetterà di tradurre in tempo reale

Chi non si è mai ritrovato nell’imbarazzante situazione di dover parlare una lingua straniera e non riuscire a comporre una frase di senso compiuto? O ancora peggio, non capire una sola parola di quel che dice l’interlocutore?
A volte è divertente e genera inimitabili siparietti comici, altre davvero frustrante, specie in situazioni in cui c’è davvero bisogno di comunicare qualcosa di importante. E se è vero che “tradurre è un po’ tradire”, è altrettanto conclamato che le barriere linguistiche ci rendono parecchio difficili molte amicizie e relazioni.

Abbiamo sognato tutti di possedere un traduttore simultaneo che ci sollevasse dall’incombenza di dover andare incontro alle solite gaffe linguistiche, ma finora era un’utopia a puro appannaggio dei film fantascientifici. Grazie a Waverly labs, sta invece per diventare realtà.

La traduzione simultanea diventa realtà

The Pilot è il nome dell’auricolare che potrebbe cambiare per sempre il nostro modo di comunicare con persone straniere.

Si tratta di un piccolo dispositivo wearable che si inserisce nell’orecchio, da utilizzare in coppia con un’apposita app per selezionare la lingua desiderata: al momento del lancio, previsto per il prossimo settembre, quelle disponibili saranno inglese, francese, spagnolo e italiano. Sarà sufficiente che entrambi gli interlocutori indossino l’apparecchio e, semplicemente captando la loro voce, questo trasmetterà nell’orecchio dell’altro la frase tradotta nella sua lingua madre.

app the pilot

Il prezzo di The Pilot si aggirerà intorno ai 400 dollari, ma è possibile pre ordinarlo sul sito dell’azienda produttrice al prezzo speciale di lancio di 129 dollari, qui. All’inizio sarà disponibile solo un numero limitato di device per pochi fortunati che si candideranno a inaugurare quella che potrebbe rivelarsi l’invenzione del decennio.

L’idea dell’auricolare è venuta al fondatore e CEO dell’azienda, Andrew Ochoa, che in un video promozionale pubblicato di recente su YouTube ha dichiarato di aver pensato a The Pilot dopo aver incontrato una ragazza francese. Nel video Ochoa ci mostra l’incredibile semplicità d’uso del device, che si attiva automaticamente quando uno degli interlocutori inizia una conversazione.

La torre di Babele potrebbe presto crollare sotto il peso dei progressi della tecnologia?

Blogger, web designer, a volte scrittrice analogica. Nerd repressa causa incompatibilità con la matematica. Mens sana in corpore pigro. Sogno di scrivere un e-book al giorno e di smetterla con le frasi brevi nelle biografie.

Lasciaci un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *