Game of Thrones – recensione episodi 5×08 e 5×09

Game of Thrones – recensione episodi 5×08 e 5×09

Salve a tutti, amanti di Game Of ThronesSo che avete sentito la mia mancanza la scorsa settimana ma purtroppo il lavoro mi ha tenuto così occupata che non sono riuscita a pubblicare le recensioni. Allora, sotto suggerimento delle mie colleghe, ho optato per un’unica recensione che comprendesse episodi 8 e 9 in modo da attendere poi il gran finale la prossima settimana. Da dove iniziamo? Storyline per storyline o episodio per episodio? Ho una confusione in testa che non avete idea. Terminato l’episodio 5×08 ci ho messo un pochino per riprendermi dall’immagine di Cersei imprigionata che.. Vabbé ve lo dico dopo altrimenti non so su cosa basare la recensione. Quindi da lunedì sono arrivata a giovedì piena di dubbi su cosa scrivere, da venerdì a domenica ho lavorato ed ecco l’episodio 5×09. Da quello non mi sono ancora ripresa, ma se mi fossi presa un’altra settimana di pausa sarebbe andata a finire che avrei pubblicato la recensione il prossimo anno direttamente, quindi ora proviamoci. Storyline per storyline, ho deciso. Let’s start…

  • On the Wall

Non siamo proprio on the Wall ma la storyline è quella (sto dicendo troppe volte storyline stasera..): Jon Snow, che, ricordiamolo, non sa mai niente, è arrivato ad Hardhome, il rifugio dei Bruti in cui dopo una specie di G8 si opta per seguire il Lord Comandante sulla Barriera per poter combattere insieme gli Estranei. O meglio, in un primo momento non tutti appoggiano l’idea ma quando inizia l’attacco degli Estranei proprio ad Hardhome tutti cambiano idea e salgono sulle navi dei Guardiani della Notte. Ora, detta così in quattro righe sembra una cosetta da nulla, ma è stata forse la battaglia più bella che sia mai avvenuta in tutto lo show. Forse dopo quella della stagione due. O forse no. Insomma, qualcosa di epico. Per un attimo ho pensato che il povero Jon ci rimettesse la vita visto che sembrava non riuscire a salire su nessuna nave, ma poi mi sono detta che senza di lui GOT non avrebbe senso e che qualche cosa sarebbe dovuta succedere. E niente, Jon riesce a salvarsi e quando sale sulla nave vediamo per la prima volta una figura misteriosa che si vocifera essere una sorta di leggendario Re degli Estranei, che con un solo gesto delle mani fa rialzare in stile The Walking Dead tutti i caduti sul campo di battaglia che risorgono come Estranei e guardano verso le navi con fare molto “Ecco, nella prossima stagione vi faremo fuori tutti“. Io spero di no, ma la prospettiva di una guerra con i controfiocchi è allettante. E butto lì una teoria: gli Estranei attaccano tutto il Westeros e a quel punto arriva Daenerys a cavallo dei suoi draghi (episodio 5×09 ancora da commentare) che li brucia tutti (ricordiamo che il fuoco può ucciderli) e si risiede sul Trono di Spade mandando tutti a quel paese. Ecco, in questo modo le varie storyli– trame si incontrerebbero finalmente. Staremo a vedere. Degna di nota, l’apparizione tra gli Estranei di bambini che mi hanno fatto un po’ impressione e mi sono sembrati un po’ inquietanti. Nell’episodio successivo Jon è di ritorno alla Barriera con tutti i Bruti e li vediamo sfilare sotto il naso incredulo degli altri Guardiani che, a quanto pare, non approvano granché.

  • Approdo del Re

Qui la cosa è stupenda, sta succedendo quello che ci aspettavamo un po’ tutti da tempo ma che allo stesso tempo sembra quasi surreale. Di Margaery non sappiamo più nulla, ma al momento la cosa non mi tange. Nella 5×08 abbiamo visto una Cersei imprigionata e costretta a confessare i suoi crimini da una specie di suora che la bacchetta mentre lei se ne sta a terra rannicchiata in un angolo. Ecco, vedere Cersei in quelle condizioni è stato troppo strano. La Queen, la bellissima Regina che nonostante sia cattiva resta la mia preferita in assoluto, se ne sta in una cella sudicia a bere acqua dal pavimento, punita per il suo amore malato con suo fratello da qualcuno a cui lei stessa  ha dato potere per togliersi di mezzo la nuora. Beh, è il caso di dire che le cose le si siano rigirate contro. Però mi dispiace per lei, resta sempre cazzutissima nel non piegarsi a nessuno e non darla vinta a nessuno. Nell’episodio 5×09 non l’abbiamo vista e io non ce la posso fare senza di lei e senza la sua strafottenza da vera Queen. Ridateme Cersei, maledetti! Nella 5×10 dovrebbe aver luogo il processo e voglio sperare in un grande colpo di scena che però non ci privi della regina, dal momento che un commento spoiler su facebook citava che “il nome di Lena non è presente nei crediti della sesta stagione”. Non mi sono documentata ancora e faccio finta di non aver letto quel commento. Lena Heady è una bravissima attrice e per quanto io possa sopportare un GOT senza Tywin, non credo di potercela fare senza Cersei e le occhiatacce che lancia a tutti quelli che le passano sotto il naso. Tommen ce lo siamo dimenticato per strada, ma vabbé potremmo farcene una ragione. Ah una cosa, ma la Montagna? Ricordiamo che lo stavano riesumando tipo Frankenstein, ma poi? Non si è saputo più nulla? Ci illuminate cortesemente? Grazie.

  • Grande Inverno

Mi fa strano scrivere Grande Inverno. E’ un nome che abbiamo praticamente dimenticato dalla seconda stagione, da quando degli Stark è rimasto poco e niente. E invece Sansa sta lì da qualche episodio, ricordiamo nelle mani del sadico Ramsay (che poi, a me piace, o meglio piaceva prima che stuprasse Sansa), ma invece che essere tornata a casa sembra essere andata dritta dritta all’inferno. Bene, assistiamo finalmente ad un faccia a faccia tra Sansa e Theon/Reek. La povera superstite Stark cerca di farsi spiegare da quello str***o di Theon perché avesse avvertito Ramsay del suo tentativo di richiedere aiuto. Theon lascia intendere di averlo fatto per proteggerla e Sansa (standing ovation) gli dice che se Ramsay non gli avesse fatto ciò che gli ha fatto glielo avrebbe fatto lei. Finalmente un faccia a faccia. Theon a quel punto si mette la coda in mezzo alle gambe e confessa ciò che ha fatto tre stagioni fa (tra l’altro proprio ora sto rivedendo quell’episodio in dvd, e rivedere la strafottenza di Theon mi fa veramente pensare che ciò che gli ha fatto Ramsay gli sta troppo bene) ovvero che quei due bambini non erano Bran e Rickon ma altri due bambini. Nella 5×09 non li vediamo, ma spero con tutta me stessa che Ramsay si stia preparando per accogliere Stannis e fare anche a lui ciò che merita, ed ora arriveremo anche a questo.

  • Meereen

Il momento tanto atteso: Daenerys incontra Tyrion. La Madre dei Draghi decide di accoglierlo come suo consigliere – l’alternativa sarebbe stata ucciderlo – e gli chiede consiglio su cosa fare con Jorah. Ora, Tyrion sarebbe comunque stato diretto verso Daenerys, quindi Jorah ha solo velocizzato le cose, per cui Tyrion molto gentilmente invita la Regina a bandirlo nuovamente pur di salvargli la vita. Ma sappiamo bene che ser Mormont è malato, quindi tra una stagione o meno ce lo leveremo di mezzo comunque). E niente, lo caccia e poi inizia a parlare con Tyrion il quale le racconta di come vadano le cose nel Westeros e di come ci dovrebbe tornare. Tutto molto fantastico nella 5×08 e ancor di più nella 5×09. Daenerys riapre le fosse di combattimento e si appresta ad assistere ai giochi assieme al suo futuro marito, che a quanto pare a fine episodio non fa una bella fine per la gioia di Daario Naharis e delle sue scenate di gelosia. Ai giochi partecipa Jorah Mormont, che oltre a dimostrarsi un bravo combattente facendoli fuori tutti, nel momento dell’inchino davanti alla Regina lancia una lancia (stasera non sono in grado di scrivere…) alle spalle di Daenerys dove i figli della Serpe (o per lo meno mi pare che si chiamino così) stanno attaccando tutti. Sangue morti e pieno stile GOT e ad un certo punto Daenerys, Daario, Missandei e Tyrion sono al centro dell’arena circondati da uomini che vogliono ucciderli. A me è venuto un presentimento, ovviamente molto ovvio: e se ora arrivasse il drago che è scappato? Potrebbero salvarsi solo in questo modo. E infatti.. Arriva il drago e arrostisce tutti e qui una scena, l’ultima dell’episodio, epica e che tutti aspettavano dopo aver ascoltato i racconti sui Targaryen: Daenerys cavalca il suo drago ed esce dall’arena (per la serie nanananana bella pe voi io me do). Ecco il motivo della mia teoria per la prossima stagione. Vai Daeny, tifiamo per te!

  • Braavos

A Braavos Arya inizia la sua vita come senza volto diventando una venditrice ambulante di ostriche con il compito di dover uccidere uno scommettitore che scommetteva sulla vita delle persone. Nella 5×09 torna da lui con il veleno ma in quel momento approdano a Braavos il Maestro del Conio Tyrell e ser Meryn. E niente, Arya cambia i piani e vuole provare ad ucciderlo pur di non farsi riconoscere. Lo segue in un bordello dove egli sembra preferire le bambine alle prostitute. Sono quasi sicura che nel prossimo episodio lei stessa si ripresenterà lì come bambina di cui poter “abusare” e ucciderà quell’uomo. Chissà che non fosse proprio questo ciò che voleva Jaqen.

  • Dorne

A Dorne i principe Doran, a dimostrazione della sua grandezza come sovrano, convoca a bere del buon vino il principe Tristan, la principessa Myrcella, Ellaria e il prigioniero ospite Jaime Lannister che voleva riportare sua figlia/nipote a casa. Dopo un chiarimento tra Jaime e Tristan, Doran, dall’alto della sua saggezza, acconsente affinché Myrcella torni a casa purché con lei vada Tristan, il quale dovrà poi unirsi al Concilio Ristretto per rafforzare l’alleanza tra Lannister e Martell (teoricamente Tommen dovrebbe chiamarsi Baratheon ma perché tutti sembrano averlo dimenticato?). Ellaria sembra non approvare, e nei fotogrammi successivi troviamo Doran seduto con Ellaria inginocchiata davanti a lui che piangendo è costretta a giurargli fedeltà difronte all’alternativa di essere praticamente uccisa. Un attimo dopo la stessa Ellaria va a scusarsi con Jaime. Sebbene quelle scuse mi sembrino sincere, specie il modo in cui le porge, il fatto di parlare francamente a Jaime dell’amore che ha lui per Cersei e del disprezzo che ad Approdo del Re hanno avuto tutti nei confronti di Oberyn, ma temo che lei e le sue vipere stiano tramando qualcosa. Sta a vedere che non vadano anche loro ad Approdo del Re con il cugino e non uccidano qualcuno?

  • Da qualche parte nel Nord

Oh, la parte finale della recensione che termina con l’inizio dell’episodio 5×09 e coincide con il motivo per cui molti fan andranno in terapia, se non lo hanno già fatto dopo le Nozze Rosse. Ricordate quando in pochi episodi fa, esattamente nella 5×07, scrissi queste parole?

Da qualche parte al Nord, Stannis e Melisandre discutono delle strategie di guerra e lei se ne esce di nuovo ricordando al suo re quale sia il potere del sangue dei re. Allora, ci ricordiamo che questa donna aveva bruciato delle sanguisughe pronunciando i nomi di Robb e Joffrey e poi loro erano abilmente schiattati? Ecco. Vuole rifarlo. Anche se non è che ho capito bene con quale sangue, anche perché Stannis la rimprovera inorridendo e dicendo “è mia figlia”. Mh, l’inquadratura dopo, secondo me, dice il contrario. Stannis, qualsiasi cosa sia, ci sta facendo un pensierino.

Ecco, non è che io sia Nostradamus, per carità, non ci voleva tanto. Ma mi sento comunque forte per averlo predetto, anche se vorrei non averlo fatto. Come ogni episodio nove che si rispetti, anche in questa stagione il numero nove ha portato la sua quantità di sconcerto. All’inizio dell’episodio ser Davos parla con la piccola Shireen e lei gli racconta di una storia che sta leggendo. Stannis invita Davos alla Barriera con la scusa di chiedere a Jon Snow dei rifornimenti per i suoi soldati, ormai soli in mezzo alla neve e senza cibo. Davos si offre di portare con se anche la bambina, mosso dall’affetto paterno che ha nei suoi confronti, l’unica figura totalmente innocente di tutto lo show. Stannis rifiuta in malo modo ricordandogli che “my family stays with me“, la cosa sembra strana, non ci ha mai tenuto così tanto. Poi anche Stannis va a trovare sua figlia e lei, con tutto l’amore che solo una bambina può avere, dice a suo padre che farebbe qualsiasi cosa per aiutarlo. I bambini sono così, sono buoni, aiuterebbero i propri genitori. Ma alcuni genitori non lo meritano. E Stannis non lo ha meritato. La ringrazia e in quel momento la vediamo scortata a forza verso una pira, vicino la quale Melisandre l’attende rincuorandola che tutto sarebbe finito presto. La bambina inizia a spaventarsi e sentiamo le sue urla chiedere di suo padre fino al suo ultimo istante di vita. Viene presa di forza e legata sulla pira alla quale viene dato fuoco. Stannis e sua moglie escono dalla tenda, e se in un primo momento sembra che lui vacilli e sua moglie voglia rincuorarlo, in un secondo momento vediamo il Re voltare le spalle a sua figlia morente e urlante mentre sua moglie, mossa forse da un briciolo di amore materno, cammina verso la pira per salvare sua figlia ma non può farlo. Ecco, questa scena mi ha fatto male. Mi ha fatto male perché è stata intaccata una cosa pura come l’amore di una bambina verso il proprio padre. Lo stesso padre che pochi episodi fa sembrava avere un cuore quando le ha parlato raccontandole di come ella avesse contratto il morbo. Lo stesso uomo che, ammesso e non concesso che l’avesse mai avuto, non ha più il diritto di essere chiamato Re. Lo stesso uomo che con un solo gesto ha eguagliato la crudeltà di Jeoffrey. Ora spero solo che una volta a Grande Inverno Ramsay lo leghi alla stessa croce su cui legò Theon e gli faccia di peggio. Dobbiamo però anche pensare che ora qualcuno deve morire. Se i rituali di Melisandre vanno sempre “a buon fine” e l’altra volta ci siamo giocati Jeoffrey, Balon Greyjoy e Robb, ora a chi toccherà? Il piccolo e dolce Tommen? Cersei? Chi altro potrebbero uccidere? Dopo una stagione piatta ho seriamente paura che nel season finale qualcosa ci sconvolgerà ancora di più.

Dopo aver impiegato praticamente due ore nella stesura di questa recensione, fatemi sapere se questi episodi vi sono piaciuti e cosa ne avete pensato. Ci risentiamo la prossima settimana dopo il gran finale! #staytuned

Ventotto anni, appassionata di viaggi e letteratura e con il sogno nel cassetto di diventare scrittrice. Nel frattempo scrivo racconti nell'attesa dell'ispirazione per creare qualcosa di migliore, venero i ravioli cinesi e mi drogo di serie TV.

Commenti

3 Commenti
  1. posted by
    TheDarkKing92
    Apr 28, 2019 Reply

    Ho cercato volutamente anche questa recensione solo perché c’è lo scempio che viene fatta alla povera Shireen. Purtroppo gli ideatori delle serie, Benioff e Weiss, non hanno mai studiato il Medioevo e non sanno come funzionano le guerre, inoltre decidono di ammazzare gente a casaccio per non uccidere i personaggi buoni principali, così da non far arrabbiare i fan. Il rogo di Shireen non ha alcun senso, anche perché non ha senso portarsi in guerra, prima di una battaglia, moglie e figlia, dato che sarebbero prede facili. Martin lo sapeva bene cosa significasse, infatti le lascia tranquillamente prima al Forte Orientale e poi al Castello Nero, protette da tantissimi uomini. Quella che vogliono bruciare è Asha Greyjoy, dato che venera un altro dio ed è un nemico. Poi vabbè nella serie e nel libro, quando bruciano le sanguisughe, viene nominato anche Balon, ma non si capisce perché nella serie muoia vent’anni dopo XD ahahahahahahaha.
    Vabbè mi scuso per il mio fiscalismo, ma quinta e settima stagione mi fanno schifo, mentre la sesta la trovo mediocre ( sempre meglio di quelle due ), quindi attacco a buffo perché deluso tanto da quanto visto.
    Mi scuso nuovamente e buona giornata 😀

    • posted by
      Giulia Di Felice
      Apr 28, 2019 Reply

      Purtroppo non ho letto i libri (o meglio, ho iniziato il primo e li ho comprati praticamente quasi tutti, devo solo trovare il tempo). So che ci sono differenze sostanziali che Martin stesso ha dichiarato che Shireen non morirà nei libri.

      Ad ogni modo, ritengo però che, come ogni opera audiovisiva tratta da un libro, bisogni trattare le due opere come due cose distinte, altrimenti si finisce per odiare tutte le trasposizioni (lo dice una grandissima fan di Harry Potter che si vorrebbe suicidare ogni volta che guarda i film che ne sono stati tratti). Non avendo, io, letto i libri da cui Game of Thrones è tratto, mi limito a dare il mio commento solo ed esclusivamente sulla serie tv.

      Ciò detto, un po’ di confusione sicuramente è stata fatta. Personalmente non ho amato la quinta stagione, che trovo, ad oggi, la peggio riuscita (dieci episodi di NULLA, se escludiamo la morte di Shireen, fatta palesemente solo per farci odiare Stannis e Melisandre, come se non li odiassimo già senza che uccidessero la povera bambina). La sesta, invece, l’ho trovata molto bella, specie sul finale (ma io amo il personaggio di Cersei, se non l’avessi capito). La settima, infine, mi è piaciuta ma, ahimé, grazie ad essa ho imparato ad iniziare ad odiare Daenerys (che prima era tra i miei personaggi preferiti).

      Ribadisco, però, che opero sempre la distinzione serie/libri, perché so che in ogni caso, magicamente, chi fa gli adattamenti trae un malsano piacere nel rovinare le cose.

  2. posted by
    TheDarkKing92
    Apr 28, 2019 Reply

    Guarda distinzione libri e trasposizione televisiva la faccio, anche perché sono un fan del Signore degli anelli e il film e il libro sono molto diversi, ma mi piacciono tutti e dueXD le prime 4 stagioni di GOT mi fanno impazzire e anche quelle sono diverse dai libri. Il discorso che faccio per quinta, sesta e settima è: fate cose sensate e che rispecchino il carattere dell’opera originale, così da essere preso da colpi di scena e non invece che capisci le cose prima che capitino XD

Lasciaci un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.